Logo IZS
denominazione
 Home Page » Servizi » Dematerializzazione 
Dematerializzazione   versione testuale





Referto digitale: internet al servizio degli utenti

L'Istituto Zooprofilattico Sperimentale della Lombardia e dell'Emilia-Romagna sta realizzando un insieme di servizi on-line per migliorare l'accesso ai referti da parte dei propri utenti.

Si tratta di un sistema di consultazione on-line dei referti, in questo modo non è più necessario recarsi presso le sedi dell'Istituto per ritirare il proprio documento o attenderne l'arrivo via posta.
Il servizio è rivolto a tutti gli utenti dell'Istituto che sono desinatari di referti analitici.

Il servizio è tempestivo e il suo utilizzo è molto semplice: una volta terminate le analisi, si riceverà una e-mail con tutte le indicazioni necessarie per poter consultare via internet il proprio referto.
Basterà cliccare sul link contenuto nel messaggio e si verrà condotti ad una pagina del sito dell'Istituto dove si potrà consultare o  stampare il referto.  Lo si potrà fare da qualsiasi computer connesso a internet.

Per poter utilazzare il servizio occorrono solo una connessione ad internet, un browser (Internet Explorer, Mozilla Firefox o Google Chrome) e un lettore di file PDF (ad esempio Acrobat Reader).

Alla semplicità Il servizio aggiunge l'economicità: è completamente gratuito, non sono richiesti abbonamenti o costi di alcun genere.Inoltre, il tuo referto digitale mantiene integro il suo valore legale, infatti sostituisce completamente il documento originale firmato, come già ampiamente regolamentato dal Codice dell'Amministrazione Digitale.

Naturalmente, se ti serve aiuto con il servizio, le sedi dell'Istituto sono a tua disposizione, contattaci telefonicamente.

Firma digitale

Come già ricordato, il referto digitale ha pieno valore legale grazie alla firma digitale che viene riconosciuta dalla normativa nazionale ed europea.

La firma digitale è un metodo per garantire l'autenticità e l'integrità di documenti digitali che vengono scambiati ed archiviati informaticamente.
In questo senso essa corrisponde pienamente alla firma autografa tradizionale che viene apposta sui documenti cartacei.
In particolare, la firma digitale fornisce la garanzia di autenticità del documento, vale a dire che l'identità del sottoscrittore è garantita. Essa ne garantisce anche l'integrità, cioè fornisce la sicurezza che il documento non è stato modificato dopo la sottoscrizione.
Infine, con la firma digitale vale anche il "non ripudio", ossia il fato che il documento firmato non può essere ripudiato dal sottoscrittore.

In pratica, le garanzie derivanti dalla firma tradizionale derivano dalle caratteristiche fisiche della persona che firma, la sua personale grafia, le garanzie offerte dalla firma digitale derivano dall'utilizzo di specifici dispositivi informatici e codici personali (PIN).

Il sistema di firma digitale è in grado di fornire queste garanzie perchè basato su di un sistema detto di "crittografia a doppia chiave" in cui una chiave privata viene utilizzata per apporre la firma al documento e una chiave resa pubblica viene utilizzata per verificare l'utenticità della firma apposta.

Attraverso l'attivazione del referto digitale, l'IZSLER intende perseguire l'obiettivo primario di coniugare il miglioramento dei servizi all'utenza con la dematerializzazione della documentazione prodotta, in un'ottica di flessibilità e di maggiore efficienza dell'attività documentale.