Logo IZS
denominazione
 Home Page » Servizi » Servizi online » Procedura informatizzata per la segnalazione di possibile illecito nel rispetto della "WHISTLEBLOWING POLICY" 
Procedura informatizzata per la segnalazione di possibile illecito nel rispetto della "WHISTLEBLOWING POLICY"   versione testuale
L'IZSLER ha adottato, con deliberazione del Direttore Generale n. 378 del 05/12/2014, un apposita procedura "whistleblowing policy" che disciplina le modalità di gestione delle segnalazioni di possibili illeciti ed irregolarità da parte del personale dipendente e le garanzie offerte ai soggetti che prestano in tal modo la loro collaborazione al buon funzionamento del sistema aziendale di contrasto alla corruzione, così come previsto dall'art 54 bis del D.lvo 165/2001 e s.m.i., dall'art. 8 del Codice di Comportamento e dal punto 9.2 del PTPC 2014 - 2016 dell'IZSLER.
 
Il DIPENDENTE PUBBLICO CHE SEGNALA CONDOTTE ILLECITE:
  • non può essere sanzionato, licenziato o sottoposto ad una misura discriminatoria, diretta o indiretta, aventi effetti sulle condizioni di lavoro per motivi collegati, direttamente o indirettamente, alla segnalazione;
  • l'identità del segnalante non verrà mai rivelata senza il suo consenso, se non nei casi specificatamente disciplinati all'art. 8 della "whistleblowing policy". La tutela dell'anonimato prevista dalla norma e garantita dalla procedura non è sinonimo di accettazione di segnalazione anonima, in quanto la misura di tutela introdotta dalla normativa si riferisce al caso della segnalazione proveniente da dipendenti individuabili e riconoscibili;
  • la segnalazione è sottratta al diritto di accesso agli atti (art. 22 della L. 241/1990);
  • il  segnalante e le OO.SS. possono segnalare l'adozione di misure discriminatorie al Dipartimento della Funzione Pubblica per i provvedimenti di competenza.
 
L'IZSLER HA DECISO DI ADOTTARE IL PRESENTE SISTEMA DI RECEZIONE E GESTIONE DELLE SEGNALAZIONI DI POSSIBILE ILLECITO in quanto:
  • garantisce che la segnalazione sia raccolta e ricevuta in modo crittografato, e pertanto protetto, direttamente dal Responsabile per la Prevenzione della Corruzione;
  • permette al dipendente di allegare documenti o altro materiale alla segnalazione e di controllarne lo stato di avanzamento;
  • consente di poter fornire, su richiesta del ristretto gruppo che è stato individuato per la gestione delle segnalazioni, ulteriori informazioni;
  • per poter garantire che il segnalante non sia rintracciabile è necessario che la segnalazione non sia effettuata da una postazione computerizzata interna all'Istituto.