Logo IZS
denominazione
 Home Page » Archivio news » 2019 » Giugno » Biosicurezza e vaccinazioni nell'allevamento suino 
Ultimo aggiornamento: Friday 19 July 2019
Biosicurezza e vaccinazioni nell'allevamento suino   versione testuale






L'aspetto sanitario nell'allevamento suino è determinante per garantire il benessere degli animali allevati e la sicurezza delle produzioni alimentari che dal suino derivano. Gli approcci per mantenere un buono stato sanitario sono molti e variegati, i cardini attorno ai quali si muove lo stato sanitario sono però rappresentati dalla biosicurezza e dagli interventi vaccinali.

Biosicurezza e interventi vaccinali sono i due elementi di partenza per poter gestire adeguatamente lo stato sanitario di un allevamento suino permettendo agli animali di crescere sani e in condizioni adeguate di benessere in grado di combattere i patogeni che di volta in volta possono comparire nel gruppo. In un'intervista alla rivista Suinicultura di febbraio, il dr. G.L. Alborali presenta le modalità con le quali attraverso la buona gestione della biosicurezza e un adeguato piano vaccinale si riesce ad assicurare lo stato sanitario ottimale ai suini allevati, a qualunque categoria appartengano, scrofe, suinetti neonati o svezzati, suini all'ingrasso. Il dr. Alborali, esperto dell'allevamento e patologia del suino e Responsabile della Sezione Diagnostica di IZSLER spiega come l'applicazione corretta dei protocolli di biosicurezza sia un freno efficace alla diffusione delle più comuni malattie del suino e sia stata la chiave attraverso la quale è stata debellata la Malattia Vescicolare del suino (https://www.izsler.it/pls/izs_bs/v3_s2ew_consultazione.mostra_pagina?id_pagina=5584). I passi in avanti sono stati molti, permangono però tutt'ora zone d'ombra specialmente nella fase di trasporto degli animali. I piani vaccinali corretti e attuati con sistematicità sono poi l'altro elemento indispensabile. L'immunità efficiente dell'intero gruppo risparmia da molte malattie e riduce sensibilmente il consumo degli antibiotici. Il monitoraggio periodico della immunità dei gruppi permette di tenere sotto controllo le difese dei suini e monitorare l'efficacia dei prodotti utilizzati o delle modalità di utilizzo. Solo un attento monitoraggio giustifica cambiamenti di programma vaccinale.
L'articolo completo può essere consultato presso la Biblioteca di IZSLER (https://www.izsler.it/izs_home_page/formazione/00000127_Indirizzo_e_Orari_.html) o sul sito della rivista Suinicoltura (https://suinicoltura.edagricole.it/)