Logo IZS
denominazione
 Home Page » Servizi » Servizi online » WHISTLEBLOWING 
Ultimo aggiornamento: Wednesday 09 October 2019
WHISTLEBLOWING   versione testuale
COS'È?
È uno strumento attraverso il quale è possibile segnalare condotte illecite e/o irregolari, consumate o tentate, perpetrate attraverso azioni od omissioni, riferite a comportamenti che possono danneggiare l'interesse pubblico e/o la Pubblica Amministrazione. Tali condotte non necessariamente devono risultare penalmente rilevanti, essendo sufficiente che dalle stesse si possa riscontrare l'abuso di un soggetto del potere lui affidatogli, al fine di ottenere vantaggi personali, ovvero il malfunzionamento dell'amministrazione a causa dell'uso a fini privarti delle funzioni attribuite al pubblico dipendente. Il Regolamento per la tutela del dipendente che effettua segnalazioni di illeciti (whistleblower), adottato dall'IZSLER,  detta indicazioni operative per la gestione delle segnalazioni a garanzia della tutela dell'identità del soggetto che effettua la segnalazione, del contenuto della segnalazione e dell'identità di eventuali altri soggetti indicati.
 
PERCHÉ?
L'attività del segnalante è tutelata dal legislatore, in quanto considerata una manifestazione di senso civico, attraverso cui il whistleblower contribuisce all'emersione e alla prevenzione di illeciti e di irregolarità, nonché di situazioni pregiudizievoli per l'Amministrazione di appartenenza e per la collettività. La segnalazione, inoltre, costituisce uno degli strumenti principali di prevenzione del rischio corruzione e di forme di maladministration.
 
CHI?
La segnalazione può essere effettuata da tutti i dipendenti dell'IZSLER, sia con contratto di lavoro a tempo indeterminato, sia con contratto di lavoro a tempo determinato, nonché tutti i lavoratori e collaboratori delle imprese fornitrici di beni o servizi e che realizzano opere in favore dell'IZSLER. A questi si aggiungono i collaboratori dell'IZSLER, qualunque sia il rapporto di lavoro intercorrente (autonomo, di consulenza, di collaborazione, di somministrazione, etc.), nonché i tirocinanti e i borsisti.
 
COME?
La segnalazione può essere effettuata seguendo le seguenti modalità:
  • mediante inserimento delle informazioni nel sistema informatico accessibile a questo link, il quale garantisce che la segnalazione sia raccolta e ricevuta in modo crittografato, e pertanto protetto, direttamente dal RPCT;
  • tramite invio della segnalazione ad ANAC mediante inserimento delle informazioni nel sistema informatico dalla stessa predisposto, utilizzando l'apposito link messo a disposizione (https://servizi.anticorruzione.it/segnalazioni/#/), oppure mediante servizio postale avendo cura di indicare sul plico la locuzione "Riservato - Whistleblowing";
  •  Utilizzando l'apposito MODULO** da inviare secondo una delle seguenti modalità:
Tramite servizio postale o posta interna; in tal caso per avere le garanzie di tutela della riservatezza previste dal "Regolamento per la tutela del dipendente che effettua segnalazioni di illeciti (whistleblower)" occorre che la segnalazione sia inviata all'indirizzo "Via Bianchi 9 - 25124 Brescia" e che sia inserita in una busta chiusa recante all'esterno la locuzione "Riservatoal Responsabile della Prevenzione della Corruzione e della Trasparenza dell'IZSLER"; 


Tramite posta elettronica istituzionale o personale all'indirizzo di posta dedicato al RPCT e accessibile solo allo stesso: whistleblower@izsler.it

Mediante segnalazione verbale al RPCT che dovrà redigere apposito verbale adottando le opportune cautele di riservatezza.   

  **Il MODULO per la segnalazione è reperibile in formato elettronico nella rete INTRANET dell'Istituto e nella sezione del sito web istituzionale "Amministrazione Trasparente", nella sottosezione "Altri contenuti - Prevenzione della Corruzione" - "Regolamenti per la prevenzione e la repressione della corruzione e dell'illegalità".
Tutte le modalità di presentazione della segnalazione precedentemente riportate garantiscono la massima riservatezza del segnalante (per maggiori informazioni, si vedano gli artt. 8, 9 e 10 del Regolamento).
Si raccomanda comunque di leggere attentamente il Regolamento per la tutela del dipendente che effettua segnalazioni di illeciti (whistleblower) prima di effettuare una segnalazione di illecito e/o irregolarità.
 
A CHI?
Soggetti competenti a ricevere la segnalazione sono:
  • il Responsabile della Prevenzione della Corruzione e della Trasparenza oppure l'ANAC nel caso in cui il segnalato sia il RPCT stesso;
  • l'ANAC;
  • l'Autorità Giudiziaria ordinaria e contabile.
  QUALI GARANZIE?
Il segnalante che effettua una segnalazione di condotte illecite e/o irregolari di cui sia venuto a conoscenza in ragione del proprio rapporto di lavoro è assistito dalle seguenti garanzie:
  • Non può essere sanzionato, demansionato, licenziato, trasferito o sottoposto ad altra misura organizzativa avente effetti negativi, diretti o indiretti, sulle condizioni di lavoro per motivi collegati, direttamente o indirettamente, alla segnalazione;
  • Viene assicurata la tutela alla riservatezza dalla propria identità, la quale non può mai essere rivelata senza il suo consenso, se non nei casi specificatamente disciplinati all'art. 10 del Regolamento per la tutela del soggetto che effettua segnalazioni di illeciti;
  • La segnalazione di condotte illecite e/o irregolari è sottratta all'accesso agli atti di cui all'art. 22 e ss. della legge n.241/1990 e dall'accesso civico generalizzato di cui all'art. 5, comma 2, del d.lgs. n. 33/2013.
 RIFERIMENTI NORMATIVI E REGOLAMENTARI
  • Art. 54 bis del D. Lgs. n.165/2001
  • Determinazione ANAC del 28 aprile 2015, n. 6, recante "Linee Guida in materia di dipendente pubblico che segnala illeciti (c.d. whistleblower)";
  • Comunicato del Presidente ANAC del 5 settembre 2018, recante "Indicazioni per la miglior gestione delle segnalazioni di illeciti o irregolarità effettuate dai dipendenti pubblici nell'interesse dell'integrità della Pubblica Amministrazione, ai sensi dell'art. 54-bis del decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165 (c.d. whistleblowers)";
  • Codice di Comportamento dell'IZSLER;
  • Regolamento per la tutela del dipendente che effettua segnalazioni di illeciti (whistleblower)