Logo IZS
denominazione
 Home Page » Archivio news » 2019 » Marzo » Valutazione del rischio di influenza D in Europa  
Ultimo aggiornamento: Friday 10 May 2019
Valutazione del rischio di influenza D in Europa    versione testuale






Il Comitato internazionale di tassonomia dei virus (ICTV) ha ufficialmente annunciato nel settembre 2016 la codifica di una nuova specie di virus dell'influenza: il virus dell'influenza D, distinto dagli altri tipi di influenza - A, B e C.
Questo virus č stato isolato da bovini e suini, ma sono stati identificati anticorpi per l'influenza D anche in campioni di sangue di pecore e capre, mentre non č presente nel pollame e non ci sono evidenze di infezione dell'uomo.
Il progetto EFSA ha lo scopo di stimolare la cooperazione tra gli Stati membri e promuovere il trasferimento e lo scambio di conoscenze e competenze relative a tale nuov ovirus. Nel  caso specifico, IZSLER partecipa ad un progetto insieme a 5 stati membri (Francia, Olanda, Belgio, Lussemburgo, Svezia) con lo scopo di valutare il rischio di diffusione di questo virus negli animali in Europa e di armonizzare i metodi diagnostici e di intervento in caso di elevata diffusione.
Gli esperti IZSLER della Sezione di Parma (Laboratorio di referenza OIE per l'influenza suina - Dr.ssa. C.Chiapponi) e del laboratorio di Virologia di Brescia (Dr.ssa Ana Moreno). hanno presentato nel recente Annual Meeting (mid-term meeting) svoltosi a  Utrecht (NL) nel mese di Febbraio i risultati della attivitā diagnostica condotta nel primo anno di attivitā del progetto e i dati di validazione di una Elisa sierologica competitiva per ricerca anticorpi anti-IDV nell'uomo e in tutte le specie animali.