Malattia di Aujeszky del suino: conosciamola meglio
21/02/2020
La Malattia di Aujeszky (MA) è una malattia virale a diffusione mondiale che ogni anno produce enormi perdite economiche nel settore suinicolo, in particolare in quei paesi dove la suinicoltura è altamente industrializzata. Proprio per questo motivo molti paesi hanno sviluppato dei piani di controllo e di eradicazione di questa malattia nei suini domestici. La malattia è letale per i carnivori selvatici (es. volpe, lupi, orsi) e il cane.
Nella sezione Albo Pretorio della pagina istituzionale dell'IZSLER è disponibile l'Avviso per l'acquisizione di candidature per un Componente del Nucleo di Valutazione delle Prestazioni dell'Istituto in sostituzione del dimissionario.
La comparsa di un "nuovo" coronavirus capace di scatenare una pandemia nell'uomo non sorprende particolarmente il mondo veterinario che ben conosce per frequenza e caratteristiche i membri di questa famiglia virale, largamente rappresentati nel mondo animale, siano essi animali di interesse zootecnico, animali da compagnia o selvatici.
31/01/2020
"One health", una sola salute, risultato della interazione tra l'uomo e gli animali è l'approccio che riconosce la stretta correlazione tra la salute dell'uomo e quella del mondo animale che condividono lo stesso ambiente di vita. FAO (Food and Agricolture Organization) ha riconosciuto presso il Ministero della Salute - DG SAF un centro di collaborazione specifico riguardante la salute animale e la salubrità degli alimenti al quale parteciperanno tutti gli IIZZSS (Istituti Zooprofilattici Sperimentali).
21/01/2020
Si è spento in questi giorni Angelo Civardi, Veterinario dell'Istituto Zooprofilattico dal 1962 al 1997. Nonostante gli anni trascorsi dal suo ritiro in pensione la memoria del collega è ancora viva in tanti collaboratori che ne hanno condiviso l'attività e di lui ricordano la elevata professionalità non disgiunta da una grande umanità e capacità di accoglienza delle persone con le quali lavorava. La Direzione e tutto il personale porgono alla famiglia le più sentite condoglianze.
17/01/2020
Martedì 11 Febbraio 2020 alle ore 9.30 presso il Campus universitario di Veterinaria dell'Università di Torino a Grugliasco, si terrà la cerimonia di conferimento della Laurea ad honorem in Medicina Veterinaria alla Dott.ssa Emiliana Brocchi, dirigente del Reparto Virus Vescicolari e produzioni biotecnologiche dell'IZSLER.
15/01/2020
Il 29 e 30 di Gennaio si terrà a Brescia presso il Centro Paolo VI la conferenza finale della COST Action ASF-STOP "Understanding and Combating African Swine Fever in Europe". L'evento è organizzato dai ricercatori dell'Istituto Zooprofilattico della Lombardia e dell'Emilia-Romagna' (IZSLER) che ne hanno anche la responsabilità scientifica coinvolgerà circa 130 esperti da tutta Europa.
13/01/2020
È pubblicato in consultazione per un periodo di 15 giorni consecutivi lo schema del PTPCT dell'IZSLER per il triennio 2020-2022. Il Piano definitivo, nel rispetto della vigente normativa, sarà adottato dall'IZSLER entro il prossimo 31 gennaio.
30/12/2019
Con delibera XI/2622 del 16 dicembre 2019 la Regione Lombardia di concerto con gli altri enti interessati (Regione Emilia-Romagna e Ministero della Salute) ha nominato il Dr. Piero Frazzi Direttore Generale dell'Istituto Zooprofilattico Sperimentale della Lombardia ed Emilia-Romagna (IZSLER). Il Dr. Frazzi ha svolto dal 2010 la sua attività presso la UO Veterinaria della Regione Lombardia e dirigerà l'IZSLER dal 1 gennaio 2020 al 31 dicembre 2023. L'insediamento è fissato per il 2 gennaio 2020. Il personale dell'Ente, dirigenti e collaboratori danno il benvenuto al nuovo Direttore Generale.
Prossime reperibilità IZSLER
Il servizio di Pronta Disponibilità viene garantito :
- nelle giornate di sabato, dalle 14.00 alle 20.00
- nei giorni festivi, dalle 08.00 alle 20.00
Istituto Zooprofilattico Sperimentale della Lombardia e dell'Emilia Romagna "Bruno Ubertini"
Via Bianchi, 9 - 25124 Brescia - Tel.03022901 - Fax 0302425251 Email: info@izsler.it - Email PEC: protocollogenerale@cert.izsler.it
C.F. - P.IVA 00284840170
N. REA CCIAA DI BRESCIA 88834