Personale non dirigente

Reclutamento di personale con il requisito della scuola dell’obbligo
Per l’assunzione, a tempo determinato o indeterminato, di personale in possesso del titolo di studio della scuola dell’obbligo, l’Istituto provvede attingendo dalle liste tenute dai Centri per l’Impiego Provinciali, ex Uffici di Collocamento, ai sensi dell’articolo 16 della legge 56 del 28 febbraio 1987. Tali assunzioni avvengono secondo l’ordine di graduatoria risultante dalle liste dei Centri per l’Impiego territorialmente competenti.
La richiesta è rivolta dall’Istituto direttamente al Centro per l’Impiego territorialmente competente.Reclutamento di personale in possesso di un titolo di studio superiore alla scuola dell’obbligo
Per l’assunzione, a tempo determinato o indeterminato, di personale in possesso di un titolo di studio superiore alla scuola dell’obbligo, l’Istituto provvede tramite concorso pubblico.
I bandi dei concorsi sono pubblicati sul sito web dell’Istituto e su almeno due quotidiani, nonché, per le assunzioni a tempo indeterminato, sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica – IV serie speciale “Concorsi ed Esami” e sui Bollettini Ufficiali Regionali della Lombardia e dell’Emilia Romagna.Assunzioni a tempo indeterminato di personale appartenente alle categorie protette
Le persone appartenenti alle categorie protette possono accedere all’impiego presso l’Istituto attraverso le seguenti modalità:– assunzione tramite chiamata numerica ex art. 35 comma 2 D. Lgs. 165/2001
La chiamata numerica degli iscritti nelle liste dell’Ufficio per il collocamento mirato, ai sensi dell’art. 7 comma 2 del DPR 333/00 e dell’art. 35 comma 1 lettera b e comma 2 del D. Lgs. 165/01, è prevista limitatamente alla copertura di posti corrispondenti alle categorie A e B, per l’accesso alle quali non è contemplato il concorso pubblico e per le quali è previsto il requisito della scuola dell’obbligo.
Questa modalità di assunzione si effettua mediante richiesta dell’Istituto direttamente all’ufficio di collocamento mirato della provincia di competenza, specificando ruolo giuridico, qualifica richiesta e tipologia del contratto individuale. In questo caso l’assunzione avviene in base all’ordine della graduatoria e alla qualifica richiesta, previa verifica, da parte del datore di lavoro, della compatibilità dell’invalidità con le mansioni da svolgere.– assunzione nominativa mediante convenzione
La L. 68/99 ha previsto la possibilità per le Pubbliche Amministrazioni di assunzioni con chiamata diretta, a seguito di selezione pubblica o di avviso pubblico di chiamata, dei soggetti disabili nell’ambito di apposite convenzioni di inserimento lavorativo o di integrazione lavorativa. Le chiamate nominative mediante convenzioni sono possibili esclusivamente per assunzioni relative a qualifiche per le quali sia previsto il requisito della scuola dell’obbligo.– assunzione tramite riserva nei concorsi
Nel caso in cui sia prevista l’assunzione di persone disabili in possesso di un titolo di studio superiore alla scuola dell’obbligo, ai sensi dell’art. 35 comma 1 lettera A e comma 2 del D. Lgs. 165/01, i disabili partecipanti alla procedura selettiva hanno diritto alla riserva dei posti nella misura del 50% dei posti messi a concorso.